Carli Giovanni, A proposito di… Curriculum Vitae di Musicoterapia

  • Stampa
Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Nella giungla occidentale ogni mattino un terapista si sveglia e studia per raggiungere una posizione che gli permetta di mangiare. 
Nella giungla occidentale ogni mattino un terapeuta si sveglia e studia affinché il terapista non gli porti via la posizione che gli consente di mangiare.
Nella giungla occidentale non importa se sei terapista o terapeuta, appena ti svegli...
comincia a curriculare”.

Anonimo patavino del ‘900
  
Nel mio cuore sapevo che alla fine sarebbe arrivato anche questo momento: “Giovanni, avrei necessità di avere un tuo curriculum...”.
Non mi é mai stato chiaro il perché, nemmeno in tempi non sospetti, ma provo da sempre una insuperabile repulsione per questa autocertificazione. Il latino non mi é mai piaciuto nemmeno quando si é unito all’americano, con l’eccezione di una simpatia di breve durata per Tinto Puente e la salsa.
Vita/e: una o più di una? Per cortesia siate precisi, rifuggo da sempre l’ambiguità e l’indecisione altrui giacché sono tollerante con la mia. Tentiamo in lingua natia: elenca le tue esperienze, cosa sai fare e dove hai lavorato.
Ci ho provato e ho ottenuto i seguenti risultati:
  • quando ho detto di saper fare, il migliore riscontro é stato di indifferenza;
  • quando non mi sono esposto ho ricevuto valutazioni più che positive.
Ovviamente mi riferisco a rapporti di lavoro in cui il contatto umano é l’elemento fondante, con i pro e contro che lo caratterizzano.
Ad ogni modo, presenterò un sintetico curriculum con l’elenco delle persone che ho conosciuto e i luoghi visitati, come richiesto:
  • Primo… Carnera (pugile, campione del mondo);
  • Secondo… Mion (mio primo medico di base);
  • Terzo… d’Aquileia;
  • Quarto… d’Altino;
  • Quinto… di Treviso;
  • Sesto… al Reghena;
  • Settimo… Gottardo (ex Sindaco di Padova);
  • Ottavio… Missoni (?);
  • Nono… Luigi;
  • Azzano… Decimo.
Dopo la scuola dell’obbligo ho frequentato e superato con successo l’esame di diploma nei corsi di: rabbia, dolore, amarezza.
Risultati non brillanti _ risultano alcuni debiti formativi _ nei corsi di invidia e di gelosia.
Un Master in serenità tardiva e felicità latente (arriva quando arriva, come me) conclude il percorso formativo.
A seconda delle situazioni posso essere un tecnico, un musicoterapista, un insegnante, un pagliaccio, oppure non esserci per nulla pur essendo presente.
Se una forma attraente può essere in grado di stupire alcuni, é mio sentire profondo il pensare che di realmente stupefacente possa esserci solo la sostanza e che l’armonia dell’equilibrio tra i due sia un obiettivo da perseguire con/passione e costante impegno. A domande precise rispondo puntualmente, a domande vaghe non sono in grado di rispondere; per chi non é in grado di porne, o non lo ritiene necessario, sono presente con il Cuore. Con la speranza di avere soddisfatto la richiesta di cui sopra porgo i miei più cordiali saluti.
 
Il musico tera-tera
Giovanni Carli
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.