Di Sabbato Daniela, L’Aquila finalmente… ri-suona

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 

Il vento soffia forte, il fiore si piega e a tratti sembra chiudere la sua corolla.

L’albero, i suoi rami sembrano volteggiare come tante braccia alzate che seguono il ritmo di una musica.

Le foglie tremano come mani in movimento.

Sullo sfondo si erge maestosa la montagna!

...  si alza polvere e sembra fumo, in alcuni momenti cambia persino il colore: ora è grigio, ora è chiaro, secondo se il sole riesce a fare la sua apparizione fra le nuvole.

È strano, secondo come ci sentiamo dentro, così ci appare la natura. Ciò che ieri mi sembrava desolante, buio, oggi lo paragono addirittura ad una danza.

È come se davanti a me avessi un palcoscenico: tanti colori che armoniosamente si muovono fino a sembrare corpi che ballano.

Sì, guardando gli alberi mi sembrano ballerini intenti a seguire una musica, una musica quasi irreale che è quella del vento che soffia.

Tutti quei fiori, tanto piccoli, che si agitano sembrano spettatori che battono le mani.

Daniela Di Sabbato