Lamberti Rosaria, Nei crepacci della vita

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Nei crepacci della vita
 
Camminare al buio, per luoghi sconosciuti e ostili, senza sapere dove conduce quel sentiero che hai imboccato.
Sentire  impetuosa la voglia di lasciare tutto e tutti per poter ritrovare te stesso, ormai perso nei crepacci della vita quotidiana.
Avere ancora la voglia di capire cosa ti accade per continuare a sentirti vivo, anche se piange l’anima che è in te.
Non sapere  cosa ti sarà concesso di capire eppure continuare a guardare avanti, gli occhi fissi nel buio, con il desiderio che presto o tardi si faccia luce.
Voler fuggire  lontano, nell’illusione di ritrovare un po’ di pace, ma sapere che mai è possibile fuggire da se stessi.
Raccogliere  la sfida della vita che ti chiede, ancora, di crescere e di continuare ad essere ciò per cui hai scelto di vivere in questo istante, nel luogo in cui ti trovi e con le persone di cui ti sei circondato.
Forse un giorno si placherà il desiderio di avere risposte per lasciare spazio alla pace che pervade i saggi, oppure non ti sarà dato di poterla conquistare.
Comunque sia avrai percorso il tuo tempo e la tua vita lasciando le tue impronte ovunque tu sia passato e avrai seminato la terra dei semi che portavi con te sin dal mattino.
Non rattristarti se per alcuni attimi ti sei fermato nel buio profondo, non potevi far altro che attendere la forza ed il coraggio che avevi lasciato dietro di te.
A tutti piacerebbe essere sempre pronti ma non è possibile e così ci si deve ritrovare, davanti a  se stessi, con il volto segnato dalla tensione o dal dubbio, guardarsi intensamente e dirsi: “per oggi può andare bene anche così, domani chissà”.
 Rosaria Lamberti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.