La parola creatrice

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Secondo gli enunciati delle antiche cosmologie il mondo avrebbe avuto origine da una «parola» creatri­ce, sarebbe cioè stato creato per mezzo di un ritmo so­noro che scaturì dal centro dell’attuale universo.
Que­sto suono fu il primo sacrificio, il primo atto creativo.
La sua concentrazione sonora è la forza che non solo ha creato il mondo, ma che anche lo conserva, rigeneran­dolo ad ogni primavera col suono del tuono. Come l’acqua in cui sia caduta una pietra si allarga in succes­sive onde circolari, così anche il suono originario (inte­so prima come tempo e poi anche come spazio) si sa­rebbe diffuso in cerchi concentrici. Il vettore di questa ritmica parola che creò il tutto fu in un primo tempo l’aria, il primo soffio inteso come fenomeno periodico che nella graduale concretizzazione della parola (for­mazione della materia) è considerato fondamento del dualismo.1
Marius Schneider
 

1Schneider M., (1955) Pietre che cantano, SE, Milano 2005, p. 57, 58.